ALLA PRESENZA DI DIO

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

ALLA PRESENZA DI DIO

Messaggio  anJILY84 il Sab Feb 28, 2009 8:45 pm

Vorrei rendervi partecipi di una meditazione che tempo fa ho condiviso con i giovani della "mia" chiesa....pomeriggio l ho ritrovata tra i miei appunti e nonostante sia passato molto tempo da allora,Dio parla sempre e ci riprende con amore.
A me ha edificato nuovamente...spero sia lo stesso per voi....Leggete di seguito!

Spesso le nostre labbra affermano"Ti amo Signore"...ma la nostra mente a cosa sta pensando realmente?
Dove sono i nostri pensieri durante l'adorazione e la preghiera?
Potremo anche rispondere che i nostri pensieri non sono cattivi;infatti c' è chi si preoccupa della famiglia,chi dello studio...non è mica un dramma!
Eppure Isaia profetizzò che molti di quelli che adoravano Dio erano ipocriti,poichè quel popolo adorava Dio con le labbra,ma i loro cuori erano lontani da Lui(MATTEO 15 :7-8 ).
Non è certo una cosa da prendere alla leggera presentarsi alla casa di Dio,ricordiamo come i serafini lo adorano!.
Ad alcuni potrà sembrare strano,ma quando pronunciamo alcune parole a Dio senza metterci il cuore e l'anima NOMINIAMO IL SUO NOME INVANO.
Nell'antico testamento la minima distrazione durante l'adorazione veniva giudicata rigidamente.Se facciam riferimento ai due figli di Aaronne(LEVITICO 10) ,leggiamo come questi due uomini si presentavano a Dio con legerezza,offrendo un fuoco estraneo da quello che il Signore aveva ordinato e andavano alla Sua presenza in maniera così abitudinaria che magari non pensarono che Dio lo avrebbe notato...
MA EGLI LI FECE MORIRE SUL POSTO.
Quel che dice Mosè nei versi successivi è molto significativo poichè il Signore non desiderava esser trattato come un comune essere vivente,ma alla sua presenza ci si doveva presentare santificati.
Un altro esempio,che potrebbe sembrare difficile da capire, è quello di Uzza,il quale morì perchè prese alla leggera il significato e il valore dell'arca di Dio...cosa poteva esser mai stender la mano per riassestare l'arca che stava cadendo,eppure morì,perchè agì con leggerezza.
Le cose di certo oggi non sono migliorate;è vero che Dio non ci colpisce con un amorte carnale,è vero che grazie al sacrificio di Cristo siamo giustificati,ma Dio non si lascia prendere in giro se persistiamo nel peccare.
Vorrei chiedervi una cosa che ho letto in uno studio del fratello David Wilkerson....Oseremo mai andare in chiesa,metter un pupazzo al nostro postoe poi andare a guardare la TV? Certo che no!
Ma se il nostro cuore non è impegnato nell'adorazione potremo benissimo mettere un pupazzo al nostro posto!La nostra adorazione a volte
non va oltre oltre il tetto perchè la nostra testa è altrove.

Se leggiamo in Malachia 1:13 possiamo vedere come Dio non accetta adorazioni noiose,deboli.Quando l'anima si dipartisce dal corpo rimane una carcassa morta.In tal modo è come se pretendessimo che Dio ascoltasse le preghiere che neppure noi ascoltiamo!
E' vero che a volte la distrazione può sopraggiungere non per volontà nostra,infatti se leggiamo in Genesi 15:7 Abramo stava facendo un sacrificio a Dio e venne "disturbato" dagli uccelli...questo è ciò che succede durante l'adorazione.I pensieri ci volano addosso come uccelli fastidiosi cercando di divorare il nostro sacrificio;ma come fece Abramo,dobbiamo mandarli via.
La carne cercherà sempre di interferire con la nostra adorazione.si introduce dicendo "Sei stanco!I tuoi occhi si chiudono! Non dare al Signore un'offerta debole.Vai a letto,pregherai dopo"
Ma se permettessimo alla carne di far sempre a modo suo non pregheremo mai.Piuttosto dobbiam mantenere la nostra mente concentrata su Cristo.Leggete GIACOMO 4:7-8...Giacomo afferma che quando ci si accosta al Signore si sta per essere attaccati dal nemico;così ci mette in guardia per rivestirci dell'armatura du Dio per non badare alla vocina che ci sussurra "Come puoi adorare ipocrita?Hai peccato!Sei falso!
Non sei degno!Gli altri che ti circondano hanno la vittoria,tu no!"
Il nemico vuol farci creder che siamo deboli e sconfitti,ma se andiamo realmente pentiti ai piedi del Signore,invocando lo Spirito Santo,possiamo lodare Dio senza distrazione!
In EBREI 10:19-20 possiamo veder come Dio ci ha giustificati per mezzo del sacrificio di Cristo;nel verso 22 vediamo come Dio ci giustifica se ci accostiamo regolarmente nel luogo santissimo con fiducia e fede;al verso 23 se ci mettiamo subito in comunione con Dio senza indugiare;al verso 25 se ci riuniamo con gli altri fratelli.
Prima di pensare se saremo salvati dovremo chiederci "VADO QUOTIDIANAMENTE,IN SPIRITO E VERITA',SENZA DISTRAZIONI,ALLA PRESENZA DI DIO?MEDITO LA SUA PAROLA COME SE LA MIA VITA DIPENDESSE DA ESSA?OVVERO STO PER GIORNI SENZA APRIRE LA BIBBIA E SENZA PREGARE?"
La casa di Dio è una casa di orazione.Non possiamo soltanto sederci ed accomodarci;dobbiamo portare un sacrificio!Dobbiamo metter da parte la carne e dire "Signore,ti do le mie mani,la mia voce ,i miei pensieri e consumami come un sacrificio di lode per Te"
Questo è il tipo di lode in cui Dio dimora!In tal modo il Signore non permetterà che la nostra mente vaghi,infatti Egli ci ama e ci renderà più forti!
Dio dimori sempre nelle nostre lodi!

(anJILY84)

_________________
I put all my life in YouღYou are my lifeღYou are my strengthღYou are my everythingღI love You so much...my only God
avatar
anJILY84
Admin

Numero di messaggi : 145
Data d'iscrizione : 19.08.08
Età : 32
Località : Paternò-Catania

Vedi il profilo dell'utente http://evangelici.forumattivo.com/

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum