LA STORIA PIU' BELLA

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

LA STORIA PIU' BELLA

Messaggio  anJILY84 il Sab Set 06, 2008 12:39 am

La storia più bella è scritta nel libro più importante del mondo: La Bibbia.
Nella Bibbia è descritto il Piano di Dio per l'umanità, e lo ha trasmesso Dio personalmente a degli uomini devoti, più di 40, nell'arco di 1500 anni.

Dunque, tanto tempo fa Dio creò il mondo ed ogni cosa che è in esso. Poi creò un giardino, chiamato Eden, e lo rese accogliente per una creatura molto speciale: L'uomo.
Dio prima ha creato il corpo dell'uomo dalla polvere della terra, poi gli ha soffiato il Suo alito vitale ed esso divenne un'anima vivente. Poi Dio disse: "Non è bene che l'uomo stia solo". E facendo cadere Adamo (l'uomo) in un profondo sonno, gli asportò una costola e da quella formò la donna, poi la presentò all'uomo, il quale le pose nome Eva.
Adamo ed Eva vivevano felici nel giardino di Eden, stavano vicino a Dio e dialogavano con Lui.
Al centro del giardino Dio aveva posto due alberi: l'albero della Vita e l'albero della Conoscenza del Bene e del Male. Dio aveva avvertito la coppia di non mangiare del frutto dell'albero della Conoscenza del Bene e del Male perché nel momento che ne avrebbero mangiato sarebbero morti.

Ma un giorno, Satana, il nemico di Dio, si presentò nel giardino in forma di serpente per ingannare Eva, perché era geloso di loro e non voleva che stessero vicino a Dio.
Il serpente disse ad Eva: "Dio sicuramente vi ha proibito di non mangiare del frutto del giardino perché è geloso di voi. Lui sa che quando voi mangerete il frutto diventerete come Lui".
Eva si lasciò convincere da quelle parole e dalla vista del frutto che era bello ed appetibile e con forte desiderio lo prese, lo mangiò e ne diede anche a suo marito.
Improvvisamente capirono di aver sbagliato ed anno incominciato ad aver paura di Dio, e quando Dio, sul far della sera venne al giardino, Adamo ed Eva si nascosero perché erano nudi davanti a Dio.
Avevano peccato e disubbidito a Dio. Lui li aveva lasciati liberi di scegliere se amarlo e vivere con Lui. Ma loro hanno scelto di ascoltare il nemico di Dio ed a causa del loro peccato Dio fu costretto ad allontanarli dal giardino per impedire loro di prendere anche il frutto della Vita cosicché sarebbero per sempre rimasti con il peccato.
Loro non sapevano quando sarebbe stata tremenda la separazione da Dio. In più, a causa del loro peccato, siamo tutti nati peccatori e separati da Dio, abbiamo ereditato la loro condizione, anche se siamo nati molti anni dopo del loro primo peccato.
Infatti la natura del peccato si vede in noi perché sbagliamo facilmente e facciamo delle cose che Dio non gradisce

Dio, tutto questo lo sapeva ed aveva preparato un piano meraviglioso per riportarci a Lui e per fare in modo che viviamo secondo la Sua volontà. Per realizzare questo aveva solo bisogno di una persona perfetta.
Quando ogni cosa fu pronta, Dio attuò il Suo piano. Tutto cominciò con un bambino.
Maria era una giovane donna della discendenza del re Davide, e Dio scelse proprio lei per portare alla luce Suo Figlio. Maria rimase incinta per opera dello Spirito Santo e l'angelo del Signore avvertì Giuseppe, il fidanzato di Maria, di quello che Dio stava facendo. L'angelo gli disse: "Giuseppe, non temere di sposare Maria, perché lei partorirà il Figlio di Dio e lo chiamerete Gesù, perché egli salverà il suo popolo dai peccati". (Infatti "Gesù" significa Dio "salva").
Qualche giorno prima della nascita del bimbo, Giuseppe e Maria dovettero recarsi a Betlemme. E mentre erano là, Maria diede alla luce il suo figlio primogenito.
Dio mandò degli angeli ad annunciare ai pastori del luogo, la nascita di Suo Figlio. Molte persone accorsero ad assistere a quell'evento meraviglioso e stupefacente.
Gesù cresceva come un bambino normale: giocava, studiava, lavorava, etc.. Era un bambino esemplare ed ubbidiva pienamente a sua mamma ed a Giuseppe. Cresceva in statura e sapienza ed era amato da Dio e dagli uomini, in più, Gesù non peccò mai.

A circa trent'anni, Gesù cominciò ad insegnare ed a predicare il Vangelo. Raccontava di come Dio si interessi agli uomini ed al loro modo di pensare e di agire, e diceva: "Ama il Signore con tutto il tuo cuore, tutta la tua anima e con tutta la tua mente. Questo è il primo e grande comandamento. Il secondo, simile a questo è: Ama il tuo prossimo come te stesso".
Gesù raccontava del meraviglioso piano di Dio per ricondurci a Lui, e diceva: "Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il Suo unico Figlio, affinché chiunque crede in lui non muoia, ma abbia la vita eterna".
Gesù aiutava le persone a scoprire Dio, e spiegava loro che Dio li ama. Lui dimostrava l'amore di Dio guarendo ogni malattia ed ogni infermità, cacciava i demoni, risuscitava i morti e consolava quelli che erano afflitti. Tutte le persone ammalate che venivano a lui, venivano guarite immediatamente.Una volta ha risuscitato la figlia del capo della sinagoga, che aveva 12 anni. Immaginate l'allegrezza dei genitori!

Gesù compì anche tanti altri miracoli: camminò sulle acque del lago, calmò la tempesta, moltiplicò i pani ed i pesci. Una volta diede da mangiare a più di 4.000 uomini oltre le donne ei bambini moltiplicando cinque pani e due pesci.
Una cosa particolare di Gesù era il fatto che amava i bambini. Molte volte parlava con loro descrivendo le cose del Regno di Dio. Dedicava loro del tempo ed incoraggiava i grandi a fare altrettanto. Una volta ha detto: "Se, voi grandi, non diventate come piccoli fanciulli, non entrerete nel Regno dei Cieli".Anche oggi Gesù ama i bambini e desidera che essi stiano bene. Normalmente dovrebbero essere i genitori a condurre voi bambini a Gesù. Purtroppo ai nostri giorni, per diversi motivi, c'è molta trascuratezza in questo, ed è per questo che Gesù desidera che anche voi, spontaneamente, vi rivolgete a lui per i vostri bisogni, per i vostri dubbi, per i vostri perché e, principalmente, per la vostra salvezza. Gesù ascolta e vede tutto anche se noi non lo vediamo. Lui è pronto ad aiutarvi e fa in modo che lo possiate conoscere di più.

Ritorniamo alla nostra storia.
Non tutti però amavano Gesù e molti uomini religiosi non approvavano quello che lui diceva e faceva. Erano gelosi di lui perché molte persone lo seguivano, per cui escogitarono un piano per sbarazzarsi di lui.
Offrirono del denaro a Giuda, che era uno dei discepoli di Gesù, e si misero d'accordo per arrestarlo di notte mentre andava a pregare.
Così, una notte, mentre Gesù era nel giardino di Getsemani, con i suoi discepoli, arrivarono molti soldati armati, mandati dai capi religiosi. Lo presero, lo arrestato e lo condussero davanti al tribunale religioso, e lì davanti a tutti, i capi sacerdoti lo condannarono a morte.
Quindi lo condussero dal Procuratore Romano Ponzio Pilato, il quale, dopo che lo fece flagellare, gli diede l'autorizzazione per essere messo in croce.
Gesù non aveva fatto niente di male per meritarsi la condanna a morte, anzi aveva sempre aiutato e fatto del bene a tutti, ma tutto quello che stava accadendo era nei piani di Dio. Lui stava permettendo tutto quello per uno scopo ben preciso.
I soldati presero Gesù e lo inchiodarono alla croce. Pensate voi che Gesù si mise a piangere, a gridare e a offendere i soldati? Niente di tutto questo. Quello che lui fece, mentre era morente sulla croce, è stato quello di pregare a Dio per perdonare quelli che lo avevano accusato e quelli che lo avevano crocifisso. Insieme a tutte quelle persone ci potevamo trovare pure noi, perché Gesù è morto anche per colpa dei nostri peccati.
Gesù disse: "Padre, perdona loro, perché non sanno quello che fanno".


Insieme a lui vennero crocifissi anche altri due uomini che avevano ucciso delle persone. Uno dei due insultava Gesù dicendo: "Allora, se tu sei veramente il Messia (che vuol dire il Salvatore), provalo scendendo dalla croce e facendoci scendere pure noi". Ma l'altro malvivente rimproverava il suo amico facendogli capire che loro stavano scontando la meritata pena, ma Gesù, non avendo fatto niente di male, non meritava quella morte, e rivolgendosi a Gesù gli disse: "Ti prego, ricordati di me quando sarai nel tuo regno".
Gesù gli rispose: " Io ti dico, in verità, che oggi stesso tu sarai con me in paradiso".
Si proprio così! Il malvivente che era affianco a Gesù è stata la prima persona che Gesù ha Salvata e fatta entrare in paradiso, perché non appena morti sono saliti in cielo. Infatti poco dopo quel dialogo, Gesù invocò Dio Padre e con un gran grido spirò.
Così si stava realizzando il Piano di Dio per la salvezza dell'umanità. Dio ha mandato sulla terra il suo unico e perfetto Figlio per morire per causa dei nostri peccati e di quelli di tutti uomini.
Il Corpo di Gesù venne messo dai suoi amici in una tomba scavata nella roccia. Il primo giorno della settimana, la mattina molto presto, due donne, discepole di Gesù, andarono al sepolcro per ungere con gli oli il corpo di Gesù.
Improvvisamente ci fu un gran terremoto, perché un angelo del Signore scese dal cielo e rotolò la pietra dalla tomba. "Non abbiate paura", disse. "Io so che cercate Gesù, che è stato crocifisso, ma non è più qui! E' risuscitato, come aveva detto. Ed ora, presto, correte a dirlo ai suoi discepoli".
Questa è la parte più bella della storia. Dopo che Gesù ebbe pagato per i nostri peccati, Dio lo risuscitò da morte. Questo era il piano che Dio aveva per l'umanità fin dal principio.

Più tardi, mentre i discepoli stavano in casa a porte chiuse, parlando di quanto era successo, Gesù si presento a loro e disse: "La pace sia con voi!" Ma tutti si spaventarono, perché pensavano fosse un fantasma. "Perché avete paura?" Chiese Gesù. "Guardate le mie mani e i miei piedi, sono proprio io! Toccatemi, non sono un fantasma!"
Gesù rimase con loro, dopo la sua resurrezione, 40 giorni. L'ultimo giorno, mentre erano fuori Gerusalemme e Gesù parlava con loro, piano piano incominciò a salire verso il cielo e scomparve in una nuvola. Due angeli si presentarono a loro e gli dissero: "Gesù è stato elevato in cielo e un giorno ritornerà nello stesso modo in cui lo avete visto andar via".
Si, un giorno Gesù tornerà con tutti i figli di Dio, cioè con tutti coloro che credono che Gesù sia morto sulla croce per perdonare i loro peccati. Così saremo sempre col Signore e nessuno ci separerà dall'amore di Dio!
Vuoi anche tu stare per sempre con Gesù?
Vuoi diventare anche tu un figlio di Dio?
Se la tua risposta è affermativa sappi che è la decisione più importante che tu possa prendere. E' più importante della scelta della scuola, del lavoro, dell'abitazione, ect..
Devi sapere che il nostro peccato ci separa da Dio, e se tu dichiari convinto che Gesù è il tuo Signore e credi con tutto il tuo cuore che è risuscitato, tu sarai salvato. Perché è fatto reale quello che credi col cuore e lo dichiari con la bocca.
Se hai deciso veramente di accettare Gesù è la salvezza puoi ripetere questa breve preghiera:
"Signore Iddio, so di essere un peccatore, ho fatto scelte sbagliate e commesso cose che non dovevo. Mi dispiace, ti prego di perdonarmi. Credo che Tuo Figlio Gesù morì per i miei peccati e che Tu lo hai fatto risorgere dalla morte. Voglio che Gesù sia il mio Signore.
Grazie, perché mi ami e mi dai la possibilità di diventare Tuo figlio. Amen.
"

Adesso, se hai pregato con tutto il cuore, puoi esser certo che Dio ha ascoltato e ha accettato la tua richiesta. Sappi che, sicuramente, Dio ti farà sentire il Suo amore e tu riceverai la certezza dentro al tuo cuore.
Inizia ad avere una relazione personale con Dio, ricercandolo in preghiera nel nome di Suo Figlio Gesù. Dio ti parlerà tramite il Suo Spirito Santo e la lettura della Bibbia e ti dirà le cose che devi fare, come per esempio amare Lui e amare il prossimo. Riceverai tante altre cose che sono importanti per la tua crescita spirituale e materiale.
Complimenti per la tua decisione, che tu possa trascorrere la tua vita con la gioia del Signore
Very Happy Smile Wink Very Happy
avatar
anJILY84
Admin

Numero di messaggi : 145
Data d'iscrizione : 19.08.08
Età : 32
Località : Paternò-Catania

Vedi il profilo dell'utente http://evangelici.forumattivo.com/

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum