I NOSTRI PENSIERI NON SONO QUELLI DI DIO.(Testimonianza)

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

I NOSTRI PENSIERI NON SONO QUELLI DI DIO.(Testimonianza)

Messaggio  erminia il Dom Set 07, 2008 12:53 pm

Era da tempo che desideravo il terzo figlio;così quando non ci pensai più,Dio l'ha mandato a me e a mio marito Salvatore,PERCHE' I NOSTRI PENSIERI NON SONO QUELLI DI DIO.
Quando feci l'esame e vidi che era positivo,sentii in me una grande confusione perchè soffrivo di asma allergico e mi curavo con alcune compresse di cortisone;da quel momento decisi di non curarmi più perchè pensavo che facessero male al bambino.
Ciò ,però,causò l'aggravarsi delle mie condizioni,immaginate che per alzarmi dal letto dovevo metter tutte le mie forze o che avevo grande difficoltà per respirare solo per far un passo.
Decisi di chieder un consiglio al medico di famiglia;quel giorno chiesi un passaggio ad una mia sorella in Cristo,Sandra,perchè non potevo camminar;lei è testimone di ciò che il medico mi disse:"ERMINIA,VUOI ANCORA CONTINUARE QUESTA GRAVIDANZA?IO TI CONSIGLIO DI ABORTIRE ,VISTO CHE HAI PRESO ALCUNE MEDICINE. SE FARAI PASSAR ANCORA DEL TEMPO E POI DALL'AMNIOCENTESI VEDI CHE IL BIMBO NON E' SANO,CHE FAI?DOPO SARA' TROPPO TARDI.PER ME E' BENE CHE INTERROMPI LA GRAVIDANZA".
Ma io risposi con sicurezza:"CERTO CHE VADO AVANTI!".
Non vi nascondo che durante il percorso per arrivar a casa mi veniva da urlare e piangere,ma mi trattenni e feci la forte perchè non volevo che Sandra mi vedesse piangere,visto che era convertita da poco.
Quando arrivai a casa venne un'altra sorella e piansi perchè il dottore mi aveva confusa,anche se nel mio cuore continuavo a ripeter che Dio ,nella sua parola,afferma che i figli sono un suo dono e i doni che provengono da Lui sono perfetti,di nulla mancanti e in questo posi fiducia.
Naturalmente,continuando a non curarmi,le mie condizioni di salute peggioravano sempre di più;fui visitata da uno specialista che mi fece ricoverare per scarsissima ossigenazione e mi disse che avrei dovuto continuar a preneder le medicine per poter migliorare ,e così fu.
Tornata a casa,iniziarono le visite di routine e con queste anche le parole di scoraggiamento,ma io stavo ferma guardando in alto al mio Creatore e benedicendo sempre le medicine che ingerivo,affinchè fossero di beneficio per me e il bambino.
Devo premettere che prima di saper che ero in gravidanza,pregavo che Dio mi facesse abbondare in pazienza,e questo mi è servito molto.
Passai 9 mesi di gravidanza sofferta e molto travagliata;il nemico si scagliò contro di me in tutti i modi per non far nascere questo bambino,sino all'ultimo giorno,ma Dio l 'ha sempre protetto perchè sicuramente ha un piano meraviglioso per lui.Come è scritto nel SALMO 139:13-16 :"Sì,TU HAI FORMATO LE MIE INTERIORA,TU MI HAI INTESSUTO NEL GRAMBO DI MIA MADRE.IO TI CELEBRERO' PERCHE' SONO STATO FATTO IN MODO STUPENDO,LE TUE OPERE SONO MERAVIGLIOSE ED IO LO SO MOLTO BENE.LE MIE OSSA NON TI ERANO NASCOSTE QUANDO FUI FORMATO IN SEGRETO E INTESSUTO NELLE PROFONDITA' DELLA TERRA.I TUOI OCCHI VIDERO LA MASSA INFORME DEL MIO CORPO E NEL TUO LIBRO ERANO GIA' SCRITTI TUTTI I GIORNI CHE ERANO STATI FISSATI PER ME,ANCHE SE NESSUNO DI ESSI ESOSTEVA ANCORA".
Gloria a Dio per questo.
Dicevo che appena uscii dall'ospedale,la mia situazione sembrò migliorare,ma dopo qualche giorno iniziai a sentire dei dolori molto forti,dapprima nelle gambe,poi in tutto il corpo ,soprattutto nelle spalle e nel petto,tanto da non potermi nemmeno sdraiare.Tuttto ciò durò per tre mesi,mesi in cui la schiena si iniziò a curvare,le ossa delle braccia eranoo un pò curvate,mi affaticavo anche solo parlando,a volte vedevo tutto nero,non potevo nemmeno inghiottire,tanto che mi nutrivo solo di ghiaccioli.Stavo malissimo,mi sentivo morire,ma aspettavo con molta pazienza perchè avevo fiducia in Dio.Nel SALMO 23 vi è un verso che mi ha dato molta forza"QUAND'ANCHE CAMMINASSI NELLA VALLE DELL'OMBRA DELLA MORTE,NON TEMEREI ALCUN MALE PERCHE' TU SEI CON ME".
Dio è sempre stato vicino a me e mi ha dato sempre tanta forza.
Andai in tanti medici,ma nessuno sapeva darmi una spiegazione;sembrava una via senza uscita.Ricordo la sofferenza di chi mi stava attorno,di mia madre,di mio marito insieme ai miei figli,che non sapeva più dove portarmi.Quando venivano a visitarmi io dicevo che stavo meglio,anche se non era così;il nemico voleva che io confessassi parole negative,che maledicessi il giorno in cui concepii il bimbo,ma guai se l'avessi detto,gli avrei dato il "via libera";invece pregavo imponendo le mani sul mio grembo ed ero "felice" anche se stavo male perchè desideravo quel bambino da tempo e Dio mi stava dando sempre più forza e fiducia.
Purtroppo la mia salute peggiorò ancora e il dolore era immenso,così una sera chiesi al Signore di aprirmi una via per liberarmi perchè Lui non abbandona mai i suoi figli(ISAIA 40:31:"MA QUELLI CHE SPERANO NELL'ETERNO ACQUISTANO NUOVE FORZE,S'INNALZANO CON ALI COME AQUILE,CORRONO SENZA STANCARSI E CAMMINANO SENZ AAFFATICARSI".
All'indomani della mia richiesta stavo morendo,ma non persi le mie speranze,Dio infatti mi stava liberando ,mi aprì una via.
In quel pomeriggio ebbi minacce di aborto,vi confesso che ebbi paura per il bambino,ma si stava risolvendo ogni cosa.Proprio per quelle minacce fui ricoverata.In ospedale incontrai una cardiologa,alla quale Dio aprì la mente.Infatti dopo aver visto che l'ecg andava male,che la puntura di cortisone non ebbe alcun effetto,decise di farmi il telecuore.Dai risultati di questo esame vide che avevo circa un litro di liquido attorno al cuore ed ai polmoni,si trattava di un versamento pleuro e pericardico;si meravigliò molto perchè le sembrava strano che io fossi ancora in vita.
Subito chiese che fossi ricoverata in un altro ospedale,lei venne con me;cercarono di aspirare quel liquido con alcune siringhe con sondine,nel frattempo avevo le contrazioni e ciò li portò a lasciar stare momentanemente;la situazione era molto critica,avevo paura per mio figlio,ricordo che quella notte ho veramente gridato all'Eterno(così come tanti hanno fatto,pur non essendo vicini a me) ed Egli mi ha soccorso.
I medici decisero,dato il fallimento del primo tentativo,di farmi una radiografia,ciò significava perder il bambino ed io non glielo permisi.
L'unica soluzione era far asciugare questo liquido con alcuni farmaci,e tutti mi guardavano come per farmi capire che in tal modo i farmaci avrebbero inciso sulla salute del bimbo,;ma sapevo che Dio era con me.
Una mattina feci un sogno:ero con tante mie sorelle e lodavam Dio cantando "LA VITTORIA E' NOSTRA NEL NOME DI GESU',SATANA E' SCONFITTO,NEL NOME DI GESU' ";mi svegliai contenta.
Quella stessa mattina mi fecero l'ecocuore e mi dissero che ,in soli 2-3 giorni,il liquido si era asciugato di 300gr.
GRAZIE A DIO CHE FA VIVERE UNA VITA VITTORIOSA.
Nei giorni successivi si asciugò quasi completamente e decisero di dimettermi.
Dopo qualche giorno andai dalla mia ginecologa,ma appena mi vide mi disse :"Signora,io non mi sento più di seguirla perchè la sua è una gravidanza a rischio".In tal modo decisi di andar da un altro ginecologo,ma anche lui mi disse:"Speriamo che vada tutto bene perchè la sua gravidanza non è a rischio,ma ad alto rischio e potrebbe interrompersi al sesto-settimo mese";ma io risposi che tutto sarebbe andato bene perchè io mi rivolgevo al GRANDE DOTTORE.
Il nemico non si era ancora rassegnato e cerco di distrugger tutto l'ultimo mese.
Il bambino cresceva bene,ma qualche giorno giorno prima del nono mese,mi si ruppero le acque e quando mi fecero l'ecografia videro che il bambino non si nutriva già dalla 37° settima(quindi da 15giorni) perchè la placenta si era invecchiata.
Data la situazione decisero di farmi partorire.Il ginecologo mi aveva detto che avrebbero dovuto farmi il cesareo per via di tutti i problemi che avevo passato,ma in 3 ora ho avuto il bambino con parto spontaneo.
Mio figlio stava benissimo,era sano e sveglio,senza bisogno di cure particolari,era solo un pò magro per via della placenta,ma era un bimbo vittorioso.
RINGRAZIO DIO PER ESSER STATO VICINO A ME E A MIO MARITO,DANDOCI LA FORZA.TUTTE LE COSE COOPERANO AL BENE PER COLORO CHE AMANO E SPERANO DIO.
RINGRAZIO MIA SORELLA ISABELLA PER ESSER STATA CON ME QUELLA NOTTE E PER AVER PREGATO.
RINGRAZIO BARBARAE GIOVANNA PER AVER PREGATO PER ME TUTTA LA NOTTE GUARDANDO IL CIELO.
RINGRAZIO MIA MADRE CHE MI DAVA FORZA ANCHE CON IL SUO SILENZIO.
RINGRAZIO BARBARUCCIA PER AVERMI SOSTENUTA ED INCORAGGIATA IN TUTTO QUESTO CAMMINO.
RINGRAZIO TUTTE LE SORELLE E I FRATELLI IN CRISTO CHE HANNO PREGATO PER ME.
RINGRAZIO TUTTI QUELLI CHE HANNO COMBATTUTO PER ME ED IL PICCOLO MARCO.

.DIO VI BENEDICA.

erminia

Numero di messaggi : 1
Data d'iscrizione : 06.09.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: I NOSTRI PENSIERI NON SONO QUELLI DI DIO.(Testimonianza)

Messaggio  seforina il Ven Mar 26, 2010 11:34 am

GLoria a DIO!!ke meraviglia...erminia non avevo mai letto o saputo della tua forte testimonianza....mi ha edificata tantissimo...Ho sempre pensato che sei una sorella forte in CRisto...che Dio benedica te e la tua famiglia abbondantemente...MArco è 1 dono prezioso,un bambino sveglio vivace e intelligente....DIo t ha premiato in modo stupendo!!!!!!

seforina

Numero di messaggi : 41
Data d'iscrizione : 26.10.08
Età : 28
Località : paternooooooooooooò

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum